Primary Menu
  • Pavimenti In Legno Taddeo
  • Park2Go
  • Apartments Florence

Chiesa di Ognissanti e Cenacolo del Ghirlandaio






Clicca qui per prenotare la tua visita o guardare le date disponibili!
Prossime date
  • 17-03-2018 dalle ore 10:30 alle 12:00
  • 14-04-2018 dalle ore 10:30 alle 12:00
La vostra guida sarà Conosci Firenze o Sabrina Scardigli
Pagamento: Anticipato con carta di credito

Chiesa di Ognissanti e Cenacolo del Ghirlandaio
Ingresso gratuito alla Chiesa e Genacolo
Visita Guidata: 
13 euro a persona
7 euro ragazza/o da 10 a 17 anni

Costo Bambino/a da 5 a 9 Anni: 5 € a persona 
(Gratis: 1 per ogni adulto pagante)

Numero minimo di partecipanti: 5
Altre forme di pagamento: 
amministrazione@conoscifirenze.it
Durata Visita:
90 minuti circa
Ingresso gratuito alla chiesa e Cenacolo
L'incontro con la guida:
sarà comunicato con email e sms

San Salvatore in Ognissanti e Cenacolo del Ghirlandaio
 
Ognissanti è una chiesa poco pubblicizzata, poco visibile e poco nota anche ai fiorentini. Inspiegabile.....si tratta di una chiesa bellissima, un vero e proprio scrigno d'arte.
A parte il meraviglioso crocefisso di Giotto che l'artista eseguì in età giovanile la cui bellezza, dopo il restauro recente, lascia senza fiato, in questa chiesa vi si trovano affreschi
spettacolari del Botticelli e del Ghirlandaio.
Il sabato ed il lunedì, inoltre, si può accedere al Refettorio del Convento francescano dove si trova il famoso Cenacolo del Ghirlandaio, importante opera rinascimentale.
A questa chiesa è strettamente legata la storia della donna più bella di tutto il Rinascimento italiano, Simonetta Cattaneo in Vespucci. Nobildonna genovese, andò in sposa in giovanissima età a Marco Vespucci, lontano parente di Amerigo. Appena trasferitasi a Firenze, tutta la città si innamorò di questa ragazza, compresi Giuliano de Medici e Sandro Botticelli. Giuliano de Medici ne fece la sua dama, e per questo la chiesa la definì, ai tempi, "peccatrice" . Sandro Botticelli ne fece la sua musa ispiratrice nella "Nascita di Venere" e nell' "Allegoria della Primavera", ma anche in altri dipinti meno noti. Morì giovanissima a 23 anni, si pensa di tubercolosi e sepolta in questa chiesa per intercessione della famiglia Medici, ai quali era impossibile rifiutare una richiesta. Sandro Botticelli volle essere sepolto anche lui qua, si dice ai suoi piedi, per essere vicino alla sua musa per l'eternità. Storia bellissima e commovente.​

 

Banner Pubblicitario