Primary Menu
  • Pavimenti In Legno Taddeo
  • Apartments Florence
  • Park2Go

Museo degli Argenti

Museo degli Argenti
Museo degli Argenti
Orari, prezzi

ORARI

Da lunedì a domenica
Ore 8,15 – 16,30 nei mesi di novembre, dicembre, gennaio, febbraio
Ore 8,15 – 17,30 nel mese di marzo (con ora legale 18.30)
Ore 8,15 – 18,30 nei mesi di aprile, maggio, settembre e ottobre
Ore 8,15 – 17,30 nel mese di Ottobre in coincidenza con il cambio da ora legale a ora solare
Ore 8,15 – 18,50 nei mesi di giugno, luglio, agosto

L'ultimo ingresso è sempre mezz'ora prima della chiusura.

Chiusura: primo e ultimo lunedì del mese, Capodanno, 1° Maggio e Natale.

BIGLIETTI 

Biglietto intero: € 7,00
Biglietto ridotto: € 3,50
Biglietto gratuito
Biglietto cumulativo

Il biglietto consente l'ingresso anche al Museo delle Porcellane, al Giardino di Boboli, al Museo del Costume e al Giardino Bardini.



PRENOTAZIONI PER LA VISITA

Firenze Musei, Tel: 055 294883
Costo della prenotazione: € 3,00

Situato al piano terreno e al Mezzanino di Palazzo Pitti, il Museo occupa gli ambienti dell'Appartamento d'Estate della famiglia Medici, fatto decorare nel 1635 dal Granduca Ferdinando II in occasione delle sue nozze con Vittoria della Rovere. Nelle sue collezioni si conserva l’importante Tesoro

dei Medici: dai famosi vasi in pietre dure di Lorenzo il Magnifico, ai cammei e agli intagli di Cosimo I; dai cristalli di rocca di Francesco I, alle ambre di Maria Maddalena d'Austria; dai vasi fantasmagorici in avorio di Mattias de' Medici, alla famosa collezione di gioielli appartenuti a Anna Maria Luisa, ultima erede di Casa Medici.

Gli argenti che danno il nome al Museo provengono dal cosiddetto “Tesoro di Salisburgo” cioè dalle collezioni dei vescovi di Salisburgo, portate a Firenze da Ferdinando III di Lorena nel 1815.
Il Museo conserva inoltre un’importante collezione di gioielli realizzata tra il XVII e il XX secolo da prestigiose manifatture italiane e europee. E’ stata recentemente inaugurata una significativa sezione dedicata al Gioiello Contemporaneo che testimonia la vitalità di questo storico museo.

Un nuovo allestimento contiene la collezione di porcellane cinesi e giapponesi iniziata dai Medici nel Quattrocento; nella stanza ha trovato posto anche un’importante collezione recentemente donata dalla famiglia Scalabrino e anch’essa costituita da porcellane cinesi e giapponesi e da alcune maioliche europee.

Al mezzanino del museo è possibile visitare una straordinaria collezione di ritratti in miniatura, realizzati fra la metà del XVI ed il XX secolo, che illustra le principali scuole di produzione: francese, inglese, italiana, tedesca austriaca ed americana.

Banner Pubblicitario