Primary Menu
  • Park2Go
  • Apartments Florence
  • Pavimenti In Legno Taddeo

Visita Guidata: Cimitero degli Allori





Prossime date
Rimani in contatto con noi per conoscere le prossime date iscrivendoti alla newsletter.

Iscriviti
La vostra guida sarà Alessia Sisi
Pagamento: Anticipato con carta di credito

Costo Visita Guidata: 
13 euro a persona
7 euro ragazza/o da 10 a 17 anni

Costo Bambino/a da 5 a 9 Anni: 5 € a persona (Gratis: 1 per ogni adulto pagante)
Dettaglio costi visita.

Durata Visita:
75 minuti circa

Il luogo dell'incontro verrà comunicato con email e sms
 
Questa visita la dedichiamo al "Turismo Cimiteriale o "Necro-Turismo". Alcuni si chiederanno perchè diamo molto spazio a questo settore turistico, noi rispondiamo che con le nostre visite diamo la possibilità ai visitatori di conoscere luoghi, i cimiteri, colmi di arte, prevalentemente statuaria, e di storia, finora ingiustamente trascurata. L'arte cimiteriale infatti riflette non il dolore, ma al contrario è una fonte di vita, esprime cioè il desiderio di comunicare alle persone del futuro che anch'essi erano vivi, con le loro speranze e i loro difetti ma soprattutto con tanta voglia di lasciare un segno che li ricordi. Anche noi non desideriamo questo?​
 
Il Cimitero degli Allori: itinerario dell'Eternità
 
Tra i cimiteri più importanti, non solo di Firenze, ma di tutta l’Europa è senza dubbio, il Cimitero agli Allori. Merita dunque una visita l’affascinante luogo di sepoltura appena fuori dal centro della città. Lungo la via Senese, tra  Firenze ed il Galluzzo, una verdeggiante collina dà l’eterno riposo ai numerosi uomini illustri che tra Ottocento e Novecento decisero di eleggere come patria proprio la città gigliata. Nato per accogliere i defunti appartenenti  alle comunità non cattoliche oggi è aperto a tutte le religioni, dai protestanti ai musulmani e pure ai laici. Il cimitero, benché sia alla più parte poco conosciuto, è uno scrigno ricco di arte, cultura e storia, custode di anime di pittori, scultori, letterati che con le loro opere fecero aumentare il mito di Firenze.
Dai famosi collezionisti d’arte britannici, Frederick Stibbert ed Herbert Percy Horne, al pittore svizzero Arnold Böcklin, autore del suggestivo dipinto “L’Isola dei morti”, e ancora lo storico dell’arte John Pope-Hennessy, fino ad arrivare a tempi più recenti con la memoria della straordinaria scrittrice italiana Oriana Fallaci. La passeggiata all’interno del cimitero è un’occasione unica per conoscere questo bellissimo patrimonio artistico legato indissolubilmente alla città di Firenze. 



 

Banner Pubblicitario