Primary Menu
  • Pavimenti In Legno Taddeo
  • Park2Go
  • Apartments Florence

Percorsi Panoramici e Visite Straordinarie





Prossime date
Rimani in contatto con noi per conoscere le prossime date iscrivendoti alla newsletter.

Iscriviti
La vostra guida sarà Conosci Firenze
Pagamento: Anticipato con carta di credito

Percorsi Panoramici e Visite Straordinarie
Se la visita interessata non ha una data possiamo organizzare tour privati, ove possibile,
scrivi a:
visiteguidate@conoscifirenze.it

 
Visita alle Terrazze della Cattedrale di Firenze
L'apertura straordinaria delle terrazze esterne del Duomo per la "passeggiata" a trentadue metri di altezza per regalare agli ospiti una straordinaria e inconsueta panoramica su Firenze. Dopo essersi arrampicati per una ripida scala si emerge su quello che è uno spettacolo unico: si prosegue lungo tutta la fiancata del Duomo fino ad arrivare alla facciata dove, lungo una stretta balaustra, si effettua il giro dietro il rosone per poter ammirare l’interno della basilica dall’alto, e si esce sulla facciata opposta dove è possibile ammirare il Campanile di Giotto. Vedi.
 


Palazzo Vecchio, Camminamento di Ronda e la Torre di Arnolfo.
 
A conclusione del percorso ci aspetta la salita al Camminamento di ronda e alla Torre di Arnolfo: in cima alla torre alta ben 95 metri, visiteremo la cella dell' Alberghetto dove fu rinchiuso Cosimo il Vecchio nel 1433 e anche il frate domenicano Girolamo Savonarola prima di essere bruciato sul rogo in Piazza Signoria. La vista su Firenze è mozzafiato! Vedi.


 
Gita in barchetto sull'Arno con i Renaioli.
Vi proponiamo un tour diverso che vi farà vedere da una prospettiva del tutto nuova il cuore di Firenze! Un'occasione per ammirare la città da un punto di vista privilegiato e indubbiamente unico; sarete accompagnati dalla vostra guida che vi illustrerà passo passo tutto ciò che c'è da sapere su questo bellissimo tratto di fiume mentre voi sarete comodamente seduti a godervi ogni scorcio. Vedi.
Aperture nei mesi di maggio, giugno, luglio, agosto e settembre.
 


Percorsi Segreti di Palazzo Vecchio.
La proposta consente di visitare alcuni ambienti particolarmente preziosi: fra questi la scala realizzata per volere di Gualtieri di Brienne e ricavata nello spessore della muraglia; lo Studiolo di Francesco I de’Medici, raffinatissimo scrigno “di cose rare et pretiose”, e lo Scrittoio del padre Cosimo I (più conosciuto come Tesoretto); infine l’imponente struttura a capriate che sorregge il soffitto a cassettoni del Salone dei Cinquecento. Vedi.


Visita al Battistero di S. Giovanni e suo Matroneo
Il Battistero è il monumento simbolo della città di Firenze, perfino citato da Dante nella Divina Commedia come “il mio bel S. Giovanni”; in esso il Sommo Poeta ricevette il sacramento del Battesimo. ​
Il Matroneo è un luogo di particolare suggestione normalmente chiuso al pubblico, dal quale potremo ammirare le splendide decorazioni a mosaico e il pavimento ad intarsi marmorei. Vedi.



Torre Lanfredini.
La Torre de' Lanfredini, risalente al XIII- XIV, eretta in via Santo Spirito in angolo con via de' Geppi, è una delle poche superstiti case-fortezza dell'Oltrarno. Entrare nella torre, oggi di proprietà privata, rappresenta una suggestiva esperienza. Sembra ritornare in un lontano passato e carpire squarci di vita vissuta da antiche famiglie che nel bene e nel male fortemente segnarono il Medioevo. Vedi.



Santa Maria Nuova  
La visita consente di accedere ai nuovi spazi museali del complesso di Santa Maria Nuova nato nel 1288 grazie al lascito testamentario di Folco Portinari, padre della nota Beatrice amata da Dante, finalizzato alla costruzione di un ospedale, gestito in origine dall' Ordine delle Oblate in cui ebbe un ruolo di primo piano Monna Tessa, fantesca di Folco, alla cui intercessione probabilmente si deve la donazione. Il percorso si snoda tra gli affreschi del loggiato esterno recentemente restaurato, il ballatoio dedicato agli Spedalinghi con l'affresco staccato raffigurante  "Conferma della regola agli spedalinghi", il Chiostro delle Ossa e la suggestiva galleria del Matroneo, area riservata un tempo alle Oblate che attraverso i rombi vuoti delle grate potevano assistere alle funzioni religiose che si tenevanonella chiesa di Sant'Egidio.
Vedi


Visite Guidate
 

Banner Pubblicitario