Primary Menu
  • Park2Go
  • Pavimenti In Legno Taddeo
  • Apartments Florence

Il cimitero di San Miniato





Prossime date
Rimani in contatto con noi per conoscere le prossime date iscrivendoti alla newsletter.

Iscriviti
La vostra guida sarà Conosci Firenze
Pagamento: Anticipato con carta di credito

Costo Visita Guidata: 

? euro a persona
? euro ragazza/o da 10 a 17 anni

Costo Bambino/a da 5 a 9 Anni: ? a persona
 
(Gratis: 1 per ogni adulto pagante)
Per informazioni: amministrazione@conoscifirenze.it

Durata Visita:
1,5 oraIncontro:
Sarà comunicato con email e sms dati al momento della prenotazione.


Questa visita la dedichiamo al "Turismo Cimiteriale o "Necro-Turismo". Alcuni si chiederanno perchè diamo molto spazio a questo settore turistico, noi rispondiamo che con le nostre visite diamo la possibilità ai visitatori di conoscere luoghi, i cimiteri, colmi di arte, prevalentemente statuaria, e di storia, finora ingiustamente trascurata. L'arte cimiteriale infatti riflette non il dolore, ma al contrario è una fonte di vita, esprime cioè il desiderio di comunicare alle persone del futuro che anch'essi erano vivi, con le loro speranze e i loro difetti ma soprattutto con tanta voglia di lasciare un segno che li ricordi. Anche noi non desideriamo questo?
 
Le Porte Sante, il cimitero di San Miniato
Cimitero Monumentale 

 
Visitare questo luogo non è solo un tuffo nella storia fiorentina, ma anche un piacevole viaggio nell’arte. Tra i personaggi famosi ivi sepolti: Carlo Lorenzini (Collodi), Vasco Pratolini, Giovanni Papini e Libero Andreotti.
Il cimitero monumentale di Firenze, detto delle Porte Sante, è posto sul colle di San Miniato al Monte. La stretta relazione con la basilica romanica ha determinato fin dai primi anni della sua istituzione un carattere privilegiato.
Nel 1854 il cimitero, racchiuso tra le mura rinascimentali, consisteva solo in un appezzamento di terreno fino ad allora utilizzato dall’Opera Pia dei Ritiri Spirituali per seppellire i propri fratelli; in seguito – grazie all’operato di diversi architetti fiorentini, quali Niccola Matas, Mariano Falcini, Tito Bellini ed Enrico Dante Fantappié – si è giunti aal’odierno carattere monumentale.
In origine il cimitero era suddiviso in sepolture a sterro nella zona centrale e in cappelle e colombari lungo i bastioni. A partire dagli anni ’70 dell’Ottocento le lapidi furono arricchite da croci, vasi e statue. Inoltre, ampie zone di terreno furono adibite alla creazione di monumenti funebri e cappelle.​

 

Visita guidata: Le Porte Sante, il cimitero di San Miniato a Firenze
 
Visita guidata: Le Porte Sante, il cimitero di San Miniato a Firenze

Banner Pubblicitario