Palazzo Pretorio

Palazzo Pretorio
Piazza Ginori, 8​ a Sesto Fiorentino


Palazzo Pretorio a Sesto Fiorentino


 
Il Palazzo fu eretto alla fine del XV sec. quale sede del podestà, rappresentante in loco dell'autorità fiorentina. Sono ancora visibili, sulla facciata quattrocentesca del Palazzo, gli stemmi di coloro che da questo luogo esercitarono il potere fra il XV e il XVI sec. In seguito alle riforme dello Statuto del Granducato del 1848, fu trasformato da Podesteria in Pretura. Nella seconda metà dell'Ottocento perse la funzione pubblica per svolgere quella di archivio degli atti, Nel 1929, dopo un intervento di ampliamento che ha portato il fronte principale alla conformazione attuale, il Palazzo fu destinato a Casa del Fascio. Dal 1947 l'immobile, ritornato di proprietà comunale, è stato utilizzato prima come cinematografo, poi come sede di partiti fino agli anni '90. Durante le operazioni di scavo, eseguite nel 2020 per il consolidamento strutturale, è stata portata alla luce l'originaria cella carceraria, oltre a setti murari e reperti mobili risalenti a epoche precedenti la costruzione del Palazzo: sono emersi elementi archeologici a partire dal XIV secolo d.C. e una porzione di muratura di probabile epoca classica

Palazzo Pretorio a Sesto Fiorentino negli anni 50 del Novecento
Altri articoli
Sala di Leone X
Sala di Leone X

Le sale del Quartiere di Leone X erano un tempo destinate agli uffici di corte e agli ospiti del Principato.

Villa Palmieri
Villa Palmieri

Villa Palmieri a Firenze, descritta da Boccaccio nel Decameron, ha ospitato la regalità e conserva un giardino storico di limoni.

Palazzo Pitti
Palazzo Pitti

Palazzo Pitti è stata la residenza del Granducato di Toscana, già abitata dai Medici, dagli Asburgo-Lorena e, dopo l'Unità d'Italia, dai Savoia.

Villa Giramonte
Villa Giramonte

Villa Giramonte, gioiello fiorentino su un'altura, ospitò Maria Bonaparte e conserva un fascino storico con vista mozzafiato su Firenze.