Famiglia degli Acciaioli

Famiglia Acciaioli
 

La famiglia Acciaioli ha una storia che inizia a Brescia nel XII secolo e si sviluppa a Firenze. Originariamente legata, secondo alcuni, al settore dell'acciaio (?), la famiglia Acciaioli si trasferì a Firenze nel corso del XII secolo, dove cambiarono i loro interessi economici e si dedicarono al cambio. Costruirono le loro torri a Borgo S. Apostoli, a Firenze, e divennero una famiglia di rilievo nella città.
Tra i membri più noti della famiglia Acciaioli vi furono Acciaiolo di Giudalotto, morto nel 1341, e suo figlio Nicola, nato nel 1310 e morto nel 1365. Nicola fu il fondatore della Certosa del Galluzzo e, insieme a suo padre, si dedicò agli affari con i napoletani.
Tuttavia, la linea familiare degli Acciaioli si estinse, e la discendenza passò al cugino di Jacopo di Donato, che prese il controllo della famiglia. Alcuni membri della famiglia Acciaioli si trasferirono in Grecia, altri in Portogallo. La linea fiorentina della famiglia si estinse con la morte di Nicola nel 1834, che era figlio di Marianna Acciaioli e Giacinto Emanuele Vasconcellos.
Nicola lasciò il suo patrimonio come eredità ad Anton Maria di Giovanbattista Acciaioli di Lucignano, nato nel 1739 e morto nel 1830. La sorella di Nicola, Giulia, sposò Giovanni Gaspero Ricasoli Firidolfi, nato nel 1725 e morto nel 1790, e successivamente la famiglia Ricasoli acquisì l'archivio degli Acciaioli, preservando così parte della loro storia.

Di rosso, al leone d'azzurro, caricatro nel corpo di un N d'oro, tenente una banderuola d'azzurro,
caricata di tre gigli d'oro fluttuante sopra la testa del leone a sinistra.

 

Arme: "D'argento, al leone d'azzurro, linguato e armato di rosso".
Altri articoli
Nannina de' Medici e il suo matrimonio
Nannina de' Medici e il suo matrimonio

Il suo matrimonio rimase negli annali per la magnificenza e la profusione di festeggiamenti e banchetti: celebrato nella Loggia Rucellai.

Un Giallo Rinascimentale
Un Giallo Rinascimentale

Luisa Strozzi, la bellezza che sfidò il duca Alessandro de' Medici. Avvelenata nel 1534, la sua morte resta un enigma avvolto nel mistero.

Il calderaio Bartolomeo Masi
Il calderaio Bartolomeo Masi

Le Ricordanze del calderaio fiorentino sono una preziosissima fonte storica.

Famiglia dei Bardi
Famiglia dei Bardi

Famiglia fiorentina dal XI secolo, erano mercanti e guerrieri. I Più noti sono Bartolo di Iacopo e Gualtieri, banchieri dei re d’Inghilterra.