Il Magistrato dei Cinque Conservatori

Il Magistrato dei Cinque Conservatori del Contado e Dominio Fiorentino fu istituito il 18 gennaio 1419. Era composto da cinque cittadini che avevano l’autorità di moderare, vigilare e controllare le spese delle amministrazioni di tutti i Comuni che facevano parte del Dominio Fiorentino. Questi cinque Conservatori si riunivano la mattina del giovedì, venerdì e sabato nella loro residenza situata in Chiasso Baroncelli, una stradina che da piazza della Signoria, accanto alla loggia dei Lanzi, conduce in via Lambertesca.

Il 4 novembre 1551 furono messe in vigore alcune riforme che attribuirono a questo Magistrato autorità e giurisdizione su tutti i luoghi del Distretto, Contado e Dominio Fiorentino. Tuttavia, il magistrato fu soppresso il 26 febbraio 1559 e le sue funzioni furono trasferite ai Nove Conservatori del Dominio Fiorentino di nuova istituzione.

I Cinque Conservatori avevano per insegna una colomba bianca volta a sinistra posata su un ramoscello verde d’olivo, in campo azzurro. Questo simbolo rappresentava la loro autorità e il loro ruolo all’interno della società fiorentina dell’epoca.

 

insegna una colomba bianca volta a sinistra posata su un ramoscello verde d’olivo, in campo azzurro. Questo simbolo rappresentava la loro autorità e il loro ruolo all’interno della società fiorentina dell’epoca.
Altri articoli
La Lunigiana e Dante
La Lunigiana e Dante

Il nome Lunigiana si trova nei documenti scritti a partire dalla prima met del XIII secolo, con la formula di provincia Lunisanae.

Tra la fine del secolo XIV e l'inizio del XIV
Tra la fine del secolo XIV e l'inizio del XIV

Firenze, tra la fine del XIV e l'inizio del XV secolo, attraversa una mutazione: cresce la vitalità ma cala la coscienza morale.

Paolo Uccello e l'orologio 'controcorrente'
Paolo Uccello e l'orologio 'controcorrente'

Un orologio con i numeri antiorari e le lancette al contrario, un'opera unica.

Vicolo Marzio e la statua di Marte
Vicolo Marzio e la statua di Marte

Il vicolo potrebbe anche essere la strada che portava all'antenato del Ponte Vecchio in epoca romana.