Voi fiorentini siete...

Un tempo, molti anni fa, come leggerete se ne avete voglia, noi fiorentini ci siamo ancora di più prostituiti al più becero turismo ignorante e un po' stupido. Forse ce lo meritiamo. Abbiamo ancora qualche motivo per essere superbi? Io non credo.

Voi fiorentini siete delle teste di cazzo - questa è stata la risposta che un’amica non fiorentina mi ha dato dopo averle chiesto cosa pensava di noi. “Io le ho detto, con tutta la mia cortesia e gentilezza, solo perché è una donna, che mi aspettavo una risposta meno generalizzata e più interessante”; lei allora, essendo una persona intelligente, mi ha fatto una lista di aggettivi non troppo lusinghieri.
Questa lista sarebbe stata giudicata offensiva da molti ma non da me; il motivo per cui non mi sento offeso è che, essendo un presuntuoso e arrogante fiorentino, riconosco i miei difetti e li accetto con orgoglio e fierezza, con ironia e con un po’ di superbia. La risposta che ho dato alla mia simpatica interlocutrice è stata un po’ spiazzante, perché le ho detto: “bene, sono orgoglioso dei miei difetti perché per me sono quelle qualità che fanno di noi ciò che siamo, siamo stati e sicuramente saremo il popolo migliore di un mondo che sta cadendo verso la rovina, almeno noi ci aggrappiamo al passato e certamente cambieremo il nostro futuro, e voi?”, non credo che lei abbia capito ciò che intendevo. Dopo questa simpatica discussione mi è venuta voglia di capire quali sentimenti provochiamo negli altri e perché, ovviamente dal mio punto di vista.

Dopo questa breve chiacchierata tra me e il mio documento word, vorrei iniziare ad elencare quei difetti che mi rendono così tanto orgoglioso di essere antipatico e, ovviamente, cercare di capire perché gli “altri” ci vedono così negativamente. Siete pronti a ricevere altri motivi per “odiarci”? Io penso di sì, è un’opportunità che non mi lascerei scappare se facessi parte degli “altri”.
Spero sia almeno divertente e che possa strapparvi un sorriso anche se preferirei strapparvi più odio.
- Siamo “altezzosi e superbi”: “il fiorentino vive nella città più bella del mondo” - “la cucina fiorentina non ha paragoni” - “solo a Firenze è nato e tuttora si parla il vero italiano” - “nessuno al mondo è simpatico come il fiorentino” e queste sono alcune frasi, ma proprio alcune, che diciamo spesso per fare sapere ai comuni mortali che noi siamo fiorentini, non possiamo farci nulla siamo così “altezzosi” e non ci scuseremo per questo.
- Abbiamo anche uno smisurato “orgoglio storico”, anche se non ne abbiamo il merito visto che tutto questo “ben di Dio” è stato fatto in un momento irripetibile, e né noi né altri potranno ripeterlo, e con personaggi assolutamente unici. Anche nei momenti peggiori Firenze ha trovato l’orgoglio di rinascere e sopravvivere a satrapi della politica corrotti e disgustosamente laidi. Potrei fare una lista di questi personaggi che hanno quasi portato la città alla rovina nei secoli ma sarebbe così noioso, per questo eviterò di farlo.
. Abbiamo “fortunatamente” quella “scontentezza cronica” - “Gliè sempre tutto da rifare” - che non ci renderà mai sereni, o forse non lo vogliamo veramente, perché essere scontenti ci porta sempre a guardare avanti anche se troppe volte giriamo la testa e guardiamo troppo al passato. Sono convinto che se vivessimo nel Giardino dell’Eden avremmo da lamentarci e diremmo a Dio: “tutto qui?, Potevi fare di meglio, sforzati un pochino”.
Abbiamo un profondo “rispetto per l’intelligenza e intolleranza per la stupidità” – “tu sei tutto bischero” – abbiamo odiato e odiamo molti assurdi personaggi che hanno infestato la vita della città, ma mai, ripeto mai abbiamo odiato la loro intelligenza e forse con disprezzo un po’ li ammiriamo, sì ma di nascosto, non saranno mai nostri amici però, perché anche se loro sono intelligenti noi lo siamo di più. Dio mio, come sarebbe bello avere tanti nemici intelligenti e nessun amico stupido, invece è il contrario.

Tutto l’universo sa che il fiorentino ha nel DNA un forte senso del “sarcasmo e battute cattive” – “T’ha daho di barta i’cervello!” – “’i tu’ cervello scureggia” – “Diahàne, la tu' mamma maiala e fa le pompe a h'avalli”

 

"Questi ‘difetti’ ci rendono pericolosi e indesiderati, ma non ci importa. Per questo motivo molti evitano di litigare con noi, peccato, perché ci divertiamo molto e apprezziamo chi ci tiene testa. Li chiamiamo ‘cacasotto’, fuggite ‘culi di paglia’, tanto meglio, non vi inseguiremo. Perché voi non-fiorentini non apprezzate le nostre battute, vero? Vi fate due risate solo quando parliamo con il nostro vernacolo buffo e volgare, ma quando le nostre frecciate sono rivolte a voi vi offendete e ve ne andate ‘co’ ‘i culo storto’. Fate pena e mi dispiace doverlo dire, anzi no, non mi dispiace affatto. Sarete sempre un gradino sotto di noi, la vostra freddezza vi rende antipatici e noiosi.
Ecco quello che tutti ammirano: il ‘nostro formidabile umorismo e ironia’, che fa ridere tutti e vi fa dire: 'Come sono simpatici e buffi ‘sti fiorentini’ e siete così orgogliosi di averlo finalmente capito. Naturalmente non vi rendete conto della vostra stupidità. Questo essere simpatici e buffi è un bluff, perché non è un atteggiamento che adottiamo verso gli altri per accattivarci le vostre e inutili simpatie, ma perché noi siamo così e speriamo di esserlo sempre. Cerchiamo di trarre umorismo anche dalle cose più terribili, provate anche voi a farlo, esorcizzate i vostri drammi e le vostre paure, sono sicuro che potreste stare meglio, ma io non ci credo perché non siete fiorentini.

- Ecco qua il difetto che adoro: la ‘litigiosità’.
Quanto apprezziamo questa nostra natura! Ci arrabbiamo facilmente, ma altrettanto velocemente ci calmiamo. Non portiamo rancore per molto tempo: essere sempre scontenti fa male al fegato, e voi avete sempre qualche malanno, vero? Ma non importa, sono affari vostri. Vi chiedete perché noi fiorentini amiamo questo nostro ‘difetto’? Non cercherò di spiegarvelo, perché penso che non potreste capirlo. Dopotutto, le vere teste di cazzo siete voi. Eppure è così semplice; quindi non lo dirò, posso solo dirvi: che Dio abbia pietà di voi e della vostra monumentale stupidità.

-Questo è il nostro difetto per eccellenza: “laicità e anticlericalismo”. È vero, ma solo fino a un certo punto. Non pensate di capirlo, perché lo siamo a modo nostro e non somigliamo a nessun altro. Nella nostra storia, abbiamo avuto due scomuniche per il modo in cui abbiamo gestito gli affari, con malizia e spregiudicatezza. Abbiamo portato dei religiosi al potere durante il periodo del Comune, ma li abbiamo anche bruciati sul rogo. Abbiamo creduto e crediamo ancora nei miracoli, fino a quando non ci sono venuti a noia. Abbiamo tradito persone degne solo perché qualche ecclesiastico ce lo chiedeva, e poi abbiamo tradito anche lui facendolo squartare. Abbiamo creato ghetti dove le persone morivano e non ci importava, la carità cristiana non è in noi; ma poi abbiamo inventato organizzazioni religiose e laiche per aiutare gli altri, un nome su tutti “la Venerabile Arciconfraternita della Misericordia di Firenze” nata nel 1244. Non abbiamo mai amato i preti ma adoriamo i frati, specialmente San Francesco, che venne diverse volte a Firenze e fondò chiese e conventi. Francesco è ancora molto amato, ma continuiamo a detestare i preti, non per gli scandali di oggi, ma da sempre. Siamo la contraddizione fatta persona.

Altri articoli
AV alla Fortezza da Basso
AV alla Fortezza da Basso

Nel giardino della Fortezza da Basso sono in corso lavori di scavo per il Passante AV. I danni saranno permanenti?

Vespa Velutina in Toscana
Vespa Velutina in Toscana

È una specie invasiva pericolosa per api e biodiversità, infesta la Toscana. Monitoraggio e gestione regionale in corso per combatterla.

Storia e racconti Fantastici per bambini
Storia e racconti Fantastici per bambini

Un universo di avventure. Esplora i nostri racconti in formato PDF con illustrazioni mozzafiato

Accessibilità, Educazione e Qualità
Accessibilità, Educazione e Qualità

Educare i cittadini al rispetto e alla conoscenza del patrimonio, promuovendo un approccio più lento e consapevole al turismo.