La resistenza di Livorno 1849

La resistenza di Livorno (1849) di Giovanni Baldi.
Download in PDF Free
 
La Toscana — sotto lo scèttico Fossombroni — aveva saputo mantenersi fino ad un certo punto resistente alle pressioni del papato e dei gesuiti e da quelle dell'impero, e abbiamo veduto come, nel '21; sapesse tenersi immune dalle persecuzioni che, ferocissime, imperversarono altrove contro i Carbonari. Abbiaimo visto altresì come nel granducato avessero trovato, per un certo tempo, sicuro asilo non pochi profughi — tra i quali il generale Pepe e il Tommaseo. Possibile fu al Guerrazzi, a Carlo Bini, al Mayer, al Benci e al Demi far vivere, dal 1829 al 1830, anno in cui fu soppresso, l'Indicatore Livornese, ove scrisse anche il Mazzini; a Gian Pietro Vieusseux il fondare l'Antologia, che raccolse gli scritti de' nostri migliori. La Giovine Italia v' ebbi seguaci — tra essi il Bini, il Mayer, Pietro Bastogi — che n' era il cassiere — Pietro Thouar, che ne diffondeva le pubblicazioni, l'abate Contrucci di Pistoia e altri non pochi, finiti poi — i più — come Dio volle. Né le cospirazioni mancarono in Toscana; famosa per essere affogata nel ridicolo per colpa del moderato Libri e dall' avv. Salvagnoli, quella che ebbe il suo esito finale al veglione del giovedì grasso del 1831 al Teatro della Pergola in Firenze.
La resistenza di Livorno e le vicende della toscana1849
Casa Editrice Nerbini, 1905, Firenze.
 


 
 
 
Altri articoli
Un romanzo in vapore di Carlo Collodi
Un romanzo in vapore di Carlo Collodi

Un romanzo in vapore si colloca all’avanguardia della nuova tradizione letteraria nata con la ferrovia e che non farà che arricchirsi man mano che la tecnologia della locomozione a vapore si affermerà.

Firenze dopo i Medici, PDF free
Firenze dopo i Medici, PDF free

Giuseppe Conti ci racconta una Firenze dopo i Medici, all'epoca di Francesco di Lorena (1737-1765), di Pietro Leopoldo e all'inizio del regno di Ferdinando III.

Raccolta di proverbi Toscani
Raccolta di proverbi Toscani

Se tutti si potessero raccogliere e sotto certi capi ordinare i Proverbi italiani, i Proverbi d'ogni popolo, d' ogni età, colle varianti di voci d'immaginazioni e di concetti; questo dopo la Bibbia sarebbe [...]

Dizionario del diavolo
Dizionario del diavolo

«Io vendo insulti», confessava Ambrose Bierce, questo novello Aretino, in uno dei momenti, non rari, in cui il suo furore cinico si rivolgeva contro se stesso.