I Lanzichenecchi a Firenze

I Lanzichenecchi a Firenze


La Loggia dei Lanzi, situata nella Piazza della Signoria a Firenze, ha assunto tale denominazione non tanto perché vi si accamparono i lanzichenecchi nel 1527 durante il loro passaggio verso Roma, ma piuttosto perché il Corpo di Guardia del Granduca Cosimo I, che risiedeva sotto la Loggia, contava anche alcuni lanzichenecchi tra i suoi componenti.
Però un'altra interpretazione del nome suggerisce che esso derivi dall'uso delle lance (lanze) come armi dalla Guardia del Granduca.

Chi erano questi mercenari?
Un riassunto veloce
I lanzichenecchi, noti anche come Landsknecht in tedesco, furono soldati mercenari di fanteria al servizio delle Legioni tedesche del Sacro Romano Impero Germanico, attivi tra la fine del XIV e il XVII secolo. Questi guerrieri divennero celebri per la loro spietatezza nei confronti dei popoli avversari e per la ferocia con cui si scagliavano contro il nemico.
Il termine "lanzichenecchi" trae origine dalla lingua tedesca e significa letteralmente "servi della terra". Essi erano militari professionisti reclutati dall'Imperatore, spesso tra i figli cadetti delle famiglie di contadini piccoli proprietari. Questi giovani preferivano abbracciare la carriera militare per evitare di diventare servi nelle tenute agricole dei loro fratelli primogeniti, unici eredi dei beni paterni. Da qui l'origine del loro appellativo. I lanzichenecchi si equipaggiavano con una spada e una lunga picca, armi che li contraddistinguevano durante le loro imprese belliche.

Altri articoli
L'Etruria antica
L'Etruria antica

Secondo lo storico greco Dionisio, il popolo etrusco aveva un nome nativo diverso da questi, chiamandosi Rasena o Rasenna

Diploma Imperiale ad Alessandro de' Medici
Diploma Imperiale ad Alessandro de' Medici

Il primo documento con il quale viene assegnato ad un Medici il titolo ducale di Firenze.

Le prime rivolte popolari, I Ciompi.
Le prime rivolte popolari, I Ciompi.

Rivolta del 20 luglio 1378: Firenze sconvolta dalla lotta di operai (ciompi) per i loro diritti, ma la ribellione viene duramente repressa.

Magnati e Popolani
Magnati e Popolani

Due parole sotto le quali non vive nessuna idea determinata e concreta.