Clarice Orsini

Clarice Orsini nacque a Monterotondo, presumibilmente nel 1452. Era figlia di Jacopo (o Giacomo) Orsini (1), signore di Monterotondo e di altri castelli della Campagna romana, e di Maddalena di Carlo Orsini (2). Il padre era un famoso condottiero al servizio dei pontefici e del re di Napoli. La madre era sorella del cardinale Latino e di Giovanni, arcivescovo di Trani e abate di Farfa.
Non si hanno notizie dirette sui primi anni di vita né sull’educazione ricevuta da Clarice. Le prime notizie che abbiamo di lei risalgono al 1467, quando era già la candidata favorita di Piero e Lucrezia de’ Medici come fidanzata del figlio Lorenzo (3).
La scelta dei Medici di attingere a una famiglia non fiorentina fu un segno della loro volontà di affermarsi al di fuori di Firenze e del suo dominio. A orientare la scelta verso Clarice, c’era la prospettiva di una ricca dote, ma determinanti furono i motivi politici.
Clarice sposò Lorenzo il 4 giugno 1469. Il matrimonio fu celebrato in modo imponente con banchetti che durarono tre giorni. Diede alla luce nove figli, tra cui Papa Leone X (4).
La sua vita fu breve e trascorsa nell’ombra, accanto a un marito e a una città che non riusciva o non voleva capire. Morì a Firenze il 30 luglio 1488.

(1) Jacopo Orsini, noto anche come Giacomo Orsini, era un nobile italiano e signore di Monterotondo1. Era il padre di Clarice Orsini. Jacopo fu un condottiero al servizio dei pontefici e del re di Napoli.
(2) Maddalena Orsini era la madre di Clarice Orsini. Era la madre di Clarice Orsini, moglie di Lorenzo il Magnifico e madre del papa Leone X1. Maddalena Orsini era figlia di Carlo di Bracciano e sorella del cardinale Latino Orsini.  Orsini nacque a Monterotondo, figlia di Jacopo (o Giacomo) Orsini, signore di Monterotondo, e di Maddalena Orsini. Non ci sono molte informazioni sulla sua infanzia e giovinezza. Aveva una sorella maggiore, Aurante, che in seguito sposò Giovan Ludovico Pio di Carpi, e due fratelli, Rinaldo e Orso.
(3) Lorenzo il Magnifico, Lorenzo de’ Medici era un importante statista, banchiere e mecenate del Rinascimento italiano45. Era il marito di Clarice Orsini.
(4) Papa Leone X, nato Giovanni di Lorenzo de’ Medici, era figlio di Clarice Orsini e Lorenzo de’ Medici. Fu il 217º papa della Chiesa cattolica dal 1513 alla sua morte nel 1521. Portò alla corte pontificia lo splendore e i fasti tipici della cultura delle corti rinascimentali.

Clarice Orsini è stata rappresentata in diverse opere d’arte. Una delle più note è un ritratto attribuito a Domenico Ghirlandaio, conservato alla National Gallery of Ireland a Dublino. Questo ritratto, datato intorno al 1494, è considerato uno dei più fedeli raffigurazioni di Clarice.
Inoltre, a Monterotondo, città natale di Clarice, si tiene ogni anno nel mese di ottobre un evento chiamato “Fasti d’Autunno”, una rievocazione storica di eventi del XV e XVI secolo. L’edizione di un anno ha avuto come tema il matrimonio tra Clarice e Lorenzo de’ Medici.

I Figli.
- Lucrezia Maria Romola de’ Medici, nota semplicemente come Lucrezia de’ Medici, era una nobildonna italiana. Era la figlia primogenita di Lorenzo “il Magnifico” de’ Medici e di Clarice Orsini. È nata a Firenze il 4 agosto 1470 e morta a Roma tra il 10 e il 15 novembre 1553
- Due gemelli maschi: Due gemelli senza nome, morti poco dopo il parto (marzo 1471).
- Piero di Lorenzo de’ Medici, noto anche come Piero il Fatuo o lo Sfortunato, era un politico e militare italiano. Era il figlio maschio primogenito di Lorenzo de’ Medici e Clarice Orsini, e fratello di Giovanni de’ Medici, il futuro papa Leone X. Piero è nato a Firenze il 15 febbraio 1472 e morto a Minturno il 28 dicembre 1503. Nonostante fosse stato educato sin dall’infanzia per succedere al padre come Signore di Firenze e direttore del Banco di famiglia, dimostrò di non avere talento per tali ruoli, essendo privo di carisma e dotato di un carattere arrogante e indisciplinato.
- Maddalena de’ Medici: era una nobildonna italiana, figlia di Lorenzo “il Magnifico” de’ Medici e Clarice Orsini. È nata a Firenze il 25 luglio 1473 e morta a Roma il 2 dicembre 1519. Maddalena era la moglie di Francesco “Franceschetto” Cybo. Maddalena crebbe in un ambiente ostile come quello di Firenze negli anni successivi alla Congiura. Ha avuto un’infanzia tormentata da frequenti malattie, le quali hanno condizionato il suo carattere, chiuso e malinconico.
- Contessina Antonia Romola de’ Medici era l’ultima figlia di Lorenzo il Magnifico e Clarice Orsini. È nata a Pistoia nel 1478 e morta a Roma il 29 giugno 1515. Contessina era la moglie del conte palatino Piero Ridolfi.
- Beatrice de’ Medici: Non ci sono molte informazioni disponibili su di lei.
- Giovanni de’ Medici, figlio di Lorenzo de’ Medici e Clarice Orsini, è noto per essere diventato Papa della Chiesa cattolica con il nome di Leone X. Nato a Firenze nel 1475, Giovanni fu destinato alla carriera ecclesiastica fin dalla giovinezza. Si laureò a Pisa in diritto canonico e ottenne benefici cospicui come la nomina ad abate di Montecassino e di Morimondo. Nel 1489 fu creato segretamente cardinale, ottenendo il cappello nel 1492, e il titolo di legato nel Patrimonio e nel dominio fiorentino.
- Luisa Contessina Romola di Lorenzo de’ Medici, conosciuta come Luigia, era l’ottava figlia di Lorenzo de’ Medici e Clarice Orsini. Nata a Firenze nel 1477, morì nella stessa città nell’estate del 1488, all’età di soli undici anni. Era destinata a sposare il suo lontano cugino Giovanni di Pierfrancesco de’ Medici, poi detto Il Popolano, ma morì prima di convolare a nozze. Per il suo matrimonio forse era stato realizzato il grande dipinto della Pallade che doma il centauro di Sandro Botticelli, eseguito verso il 1482 - 83, un’allegoria della vita matrimoniale. Per lei, nel 1485, il padre fece miniare un prezioso libro d’ore, oggi alla Biblioteca Medicea Laurenziana.
- Giuliano de’ Medici, era il figlio di Lorenzo de’ Medici e Clarice Orsini. Nato a Firenze nel 1479, Giuliano trascorse parte del suo esilio a Urbino, dove raffinò la sua educazione nella corte. Dopo la morte del padre, suo fratello maggiore Piero divenne per un breve periodo signore di Firenze, prima di essere cacciato per la sua condotta servile verso l’invasore Carlo VIII di Francia. Giuliano fu nominato dal Re di Francia duca di Nemours nel 1515, per intercessione del fratello Giovanni divenuto nel frattempo papa con il nome di Leone X. Morì a Firenze nel 1516. Durante il suo esilio, Giuliano frequentò illustri artisti, letterati e cortigiani. Fu inoltre un grande mecenate, creando una variegata corte di artisti e letterati.

 

Ritratto attribuito a Domenico Ghirlandaio, conservato alla National Gallery of Ireland a Dublino
Altri articoli
Herbert Percy Horne
Herbert Percy Horne

Il Museo Horne a Firenze, fondato da Herbert Percy Horne, espone tesori rinascimentali in un palazzo del quattrocento.

Cosimo il Vecchio
Cosimo il Vecchio

Amante delle arti, Cosimo investì gran parte del suo enorme patrimonio privato per abbellire e rendere gloriosa la sua città natale.

La vita di Donatello
La vita di Donatello

Donatello aveva la particolare capacità di infondere umanità e introspezione psicologica alle opere.

Maria Salviati
Maria Salviati

Vedova nel 1526, Maria affrontò sfide emotive e finanziarie. Gestì la famiglia e richieste di denaro, cercando supporto da Clemente VII.