Rosso Fiorentino

Rosso Fiorentino, noto anche come Giovan Battista di Jacopo di Gasparre, è un celebre pittore italiano nato a Firenze l’8 marzo 1494. È noto per essere uno dei principali esponenti dei “eccentrici fiorentini”, pionieri del manierismo (1) in pittura. Come il suo contemporaneo Pontormo (2), Rosso Fiorentino è stato allievo del rinomato Andrea del Sarto (3) e ha sfidato le convenzioni classiciste del suo tempo.
Le sue opere sono caratterizzate da una tensione inquieta e tormentata, che si manifesta attraverso la deformazione delle forme equilibrate tipiche del suo maestro. Questa originalità e anticonformismo hanno reso Rosso Fiorentino un artista unico nel suo genere.
Nonostante i tiepidi consensi ricevuti a Firenze e a Roma, Rosso Fiorentino ha trovato successo alla corte di Fontainebleau, dove è diventato il pittore di corte stimatissimo di Francesco I di Francia (4). Insieme a Francesco Primaticcio (5), ha portato in Francia il gusto sofisticato ed elitario della Roma clementina prima del Sacco, accendendo la scintilla che ha dato vita alla scuola di Fontainebleau (6) e, di conseguenza, al manierismo internazionale.

(1) Manierismo: È una corrente artistica, prima italiana e poi europea, del XVI secolo.
(2) Pontormo (vero nome Jacopo Carucci): È stato un pittore italiano di scuola fiorentina, esponente dei cosiddetti “eccentrici fiorentini”, i pionieri del manierismo in pittura.
(3) Andrea del Sarto: È stato un pittore italiano, uno degli esponenti più eccelsi fra i protagonisti del pieno Rinascimento fiorentino.
(4) Francesco I di Francia: È stato re di Francia dal 1515 al 1547.
(5) Francesco Primaticcio (detto il Bologna): Nato a Bologna il 30 aprile 1504 e morto a Parigi nel 1570, è stato un pittore, architetto e decoratore italiano.
(6) Scuola di Fontainebleau: È un movimento artistico sviluppatosi nella Francia del XVI secolo, legato strettamente al mecenatismo di Francesco I.

Alcune opere:
- Assunzione della Vergine: Quest’opera è stata realizzata tra il 1513 e il 1514, poi ridipinta nel 1517. Si tratta di un affresco che si trova al Santuario della Santissima Annunziata a Firenze.
- Allegoria macabra: Quest’opera, datata 1517, è una sanguigna su carta conservata al Gabinetto dei Disegni e delle Stampe a Firenze.
- Pala Dei: Realizzata nel 1522, questa opera si trova alla Galleria Palatina.
- Sposalizio della Vergine: Quest’opera è stata realizzata nel 1523 e si trova a S. Lorenzo.
- Mosè e le figlie di Ietro: Questa è una delle composizioni più astratte di Rosso Fiorentino, conservata agli Uffizi.
- Ritratto di giovinetta, Sacra Famiglia con san Giovannino, San Giovannino, e un’altra versione dello Sposalizio della Vergine sono altre opere famose di Rosso.

Autoritratto Rosso Fiorentino

L'immagine di copertina: Giorgio Vasari e assistenti, Ritratto di Rosso Fiorentino, Casa Vasari, Firenze


Altri articoli
Garzia de' Medici
Garzia de' Medici

La vita di Garzia è stata avvolta da mistero e tragedia, ma le analisi scientifiche hanno fugato le speculazioni sulle cause della sua morte.

Francesco Prelati
Francesco Prelati

Un prelato fiorentino segretario di un serial killer francese.

Umiliana de' Cerchi
Umiliana de' Cerchi

La cappella nel chiostro dedicata a Umiliana evidenzia l'amore duraturo della sua famiglia e della comunità, preservando il suo ricordo.

Maddalena Morelli in arte Corilla Olimpica
Maddalena Morelli in arte Corilla Olimpica

La sua carriera ebbe alti e bassi, ma lasciò un segno duraturo nella storia della letteraria italiana. Ebbe l'ammirazione di Madame de Staël.