Plautilla Nelli

Plautilla Nelli: La prima pittrice fiorentina
 

Plautilla Nelli, Galleria degli Uffizi, Firenze

Conosciuta al secolo come Polissena de' Nelli, è stata una pittrice e religiosa italiana vissuta nel XVI secolo. Nata a Firenze nel 1524 e entrata nel convento domenicano di Santa Caterina da Siena, la sua figura è stata significativa nell'ambiente artistico del suo tempo.
Nata come Pulisena Margherita nella famiglia fiorentina dei Nelli, Plautilla fu battezzata il 29 gennaio 1525. Dopo la morte della madre e il secondo matrimonio del padre, Piero di Luca Nelli, un mercante, entrò nell'adolescenza nel convento domenicano di Santa Caterina da Siena a Firenze (1), assumendo il nome di Suor Plautilla.
Secondo le informazioni di Vasari, Plautilla imparò l'arte della pittura in modo autonomo, attraverso l'imitazione di opere di altri artisti. Possedeva disegni di Fra Bartolomeo e probabilmente anche stampe circolanti all'epoca. La sua permanenza in convento limitò la sua familiarità con l'evoluzione dalla Rinascita al Manierismo.
Plautilla è considerata la prima pittrice fiorentina di cui si conservino opere. La maggior parte delle sue opere furono dipinte per il convento di Santa Caterina, molte delle quali sono oggi distrutte o collocate altrove. Tuttavia, alcune chiese domenicane conservano sue opere, come le lunette con San Domenico e Santa Caterina per il Cenacolo di San Salvi. Solo tre opere possono essere attribuite con certezza a Plautilla, tra cui il Compianto sul Cristo Morto (Fig. 1), la Pentecoste (Fig. 2) e l'Ultima Cena (Fig.3).

(Fig: 4) Plautilla Nelli, Santa Maria dei Ricci, Galleria Palatina, Firenze

Plautilla è anche associata all'immagine più nota di Santa Caterina de' Ricci, con un'iconografia a mezzo busto che ha influenzato anche i ritratti di altre sante monache toscane, come Santa Maria Maddalena de' Pazzi  o Santa Caterina da Siena (2) (Fig.4).
Una caratteristica distintiva nei suoi ritratti di Santa Caterina è la presenza di una lacrima, simbolo della capacità femminile di empatizzare con la passione di Cristo.
La pittrice religiosa morì nel suo convento nel 1588.
 

(Fig. 3) Plautilla Nelli, Ultima Cena, Chiesa di Santa Maria Novella

(1) L'ex convento di Santa Caterina, situato in piazza San Marco a Firenze. Con affacci e ingressi anche su via Cavour 49, via degli Arazzieri e via San Gallo 18-20, questa struttura imponente è ora la sede del Comando Militare per il Territorio dell'Esercito "Toscana".
(2) Il dipinto è databile stilisticamente a lla fine del XVI secolo e Caterina vi compare ancora senza l'aureola. Sarà infatti canonizzata da Benedetto XIV nel 1746


Altri articoli
Domenico di Jacopo di Pace o Beccafumi
Domenico di Jacopo di Pace o Beccafumi

Fu influenzato dalla cultura fiorentina e studiò a Roma tra il 1510 e il 1512, influenzato da Michelangelo e Raffaello.

Tito Chelazzi
Tito Chelazzi

Tito Chelazzi fu chiamato dal suo maestro Alessandro Martini per restaurare il dipinto miracoloso nella basilica di Santissima Annunziata

Sguardi perduti nel tempo
Sguardi perduti nel tempo

Esploriamo la Firenze del XIX secolo attraverso gli occhi di František Krátký, con fotografie straordinarie che rivelano il fascino del passato.

Giovanni Rosadi
Giovanni Rosadi

Precursore dell'ambientalismo, insiame a Benedetto Croce ha contribuito alla prima legge sulla protezione del paesaggio ambientale.