Giovanni Villani - Nuova Cronica

Giovanni Villani - Nuova Cronica 
I Comincia il prolago, e il primo libro
 

Con ciò sia cosa che per gli nostri antichi Fiorentini poche e nonn-ordinate memorie si truovino di fatti passati della nostra città di Firenze, o per difetto della loro negligenzia, o per cagione che al tempo che Totile Flagellum Dei la distrusse si perdessono scritture, io Giovanni cittadino di Firenze, considerando la nobiltà e grandezza della nostra città a’ nostri presenti tempi, mi pare che si convegna di raccontare e fare memoria dell’origine e cominciamento di così famosa città, e delle mutazioni averse e filici, e fatti passati di quella; non perch’io mi senta sofficiente a tanta opera fare, ma per dare materia a’ nostri successori di nonn-essere negligenti di fare memorie delle notevoli cose che averranno per gli tempi apresso noi, e per dare esemplo a quegli che saranno delle mutazioni e delle cose passate, e le cagioni, e perché; acciò ch’eglino si esercitino adoperando le virtudi e schifino i vizii, e l’aversitadi sostegnano con forte animo a bene e stato della nostra repubblica. E però io fedelmente narrerò per questo libro in piano volgare, a ciò che li laici siccome gli aletterati ne possano ritrarre frutto e diletto; e se in nulla parte ci avesse difetto, lascio alla correzzione de’ più savi. E prima diremo onde fu il cominciamento della detta nostra città, conseguendo per gli tempi infino che Dio ne concederà di grazia; e non sanza grande fatica mi travaglierò di ritrarre e ritrovare di più antichi e diversi libri, e croniche e autori, le geste e’ fatti de’ Fiorentini compilando in questo; e prima l’orrigine dell’antica città di Fiesole, per la cui distruzione fu la cagione e ’l cominciamento della nostra città di Firenze. E perché l’esordio nostro si cominci molto di lungi, in raccontando in brieve altre antiche storie, al nostro trattato ne pare di nicessità; e fia dilettevole e utile e conforto a’ nostri cittadini che sono e che saranno, in essere virtudiosi e di grande operazione, considerando come sono discesi di nobile progenie e di virtudiose genti, come furono gli antichi buoni Troiani, e’ valenti e nobili Romani. E acciò che·ll’opera nostra sia più laudebile e buona richeggio l’aiuto del nostro Signore Iesù Cristo, per lo nome del quale ogni opera ha buono cominciamento, mezzo, e fine.
 

Continua, download in PDF
 

Nuova Cronica di Giovanni Villani


Nuova Cronica di Giovanni Villani
 
Information

Manuscript BAV Chigiano L VIII 296 Nuova Cronica

Dating 1348

Location Italy

Institution Biblioteca Apostòlica Vaticana

Altri articoli
Un Frammento Romano nel Cuore di Firenze
Un Frammento Romano nel Cuore di Firenze

Tracce degli antichi romani: La Berta di Santa Maria Maggiore.

Raffaello a Firenze
Raffaello a Firenze

Modello fondamentale per tutte le accademie fino alla prima metà  dell'Ottocento.

Una storia inventata
Una storia inventata

C'era una volta una giovane ragazza immaginaria di nome Isabella.

Il culto di Santa Reparata
Il culto di Santa Reparata

Culto di Santa Reparata diffuso dal IX secolo in Italia. Martire venerata a Firenze, Chieti, Napoli e Atri. Reliquie sarebbero attribuite a Chieti.