Invenzioni e Tradizioni

“Il Medioevo: Una Rinascita di Invenzioni e Tradizioni”
Una brevissima lista delle cose fatte.
Spesso etichettato come un'epoca buia, il Medioevo fu in realtà un periodo di significativa crescita e innovazione. Questo articolo ricorderà alcune invenzioni che hanno caratterizzato questo periodo, sfatando l'idea di un'era stagnante e dimostrando che molte delle convenienze e delle tradizioni che oggi diamo per scontate hanno le loro radici proprio in quei secoli.

Gli Occhiali e la Visione Innovativa:
Contrariamente al mito dell'oscurità, nel tardo Medioevo emersero invenzioni che migliorarono la vita quotidiana. Gli occhiali, ad esempio, sono stati inventati in questo periodo. Benché non sia chiaro chi sia l'inventore, l'arte di fabbricarli divenne un segreto gelosamente custodito, con Venezia al centro di questa produzione. L'uso diffuso degli occhiali non solo influenzò la ritrattistica, ma fu anche essenziale per attività come la lettura e lo studio, specialmente nell'ambito delle dispute dottrinali.
"Non è ancora vent’anni che si trovò l’arte di fare gli occhiali, che fanno vedere bene, ch’è una delle migliori arti e delle più necessarie che ‘l mondo abbia."
L'Anestesia e il Sonno dell'Oppio:
Un'altra invenzione medievale fu l'anestesia. Sebbene l'antichità vedesse gli interventi chirurgici accompagnati da grida di dolore, nel Medioevo emerse la pratica di addormentare i pazienti con l'oppio. Non priva di rischi, questa tecnica aprì la strada a ulteriori esplorazioni, culminando nell'epoca successiva con gli studi di Paracelso (1) sulla narcosi con l'etere.

La Diffusione delle Cifre Arabo-Indiane:
Il Medioevo vide anche il cambiamento radicale nei sistemi di numerazione. Leonardo Fibonacci (2) da Pisa, durante un viaggio in Algeria, apprese il sistema di conto arabo-indiano, che successivamente tradusse in un trattato. La diffusione di questo nuovo metodo di numerazione, non senza difficoltà iniziali, sostituì il sistema romano, portando a un modo più efficiente di gestire operazioni complesse.
Maniche Mobili e il famoso detto:
Curiosità come il detto "Un Altro Paio di Maniche" trovano le loro radici nel Medioevo. Le maniche staccabili dalle vesti erano comuni, consentendo variazioni, cambi e addirittura regali di maniche di lusso. Questa pratica rivela una prospettiva unica sulla moda e l'individualità di quell'epoca.
Invenzioni e Tradizioni del Medioevo:
Dalla scoperta della polvere da sparo ai bottoni, dalle carte da gioco agli scacchi, il Medioevo ha donato al mondo un ricco patrimonio di invenzioni e tradizioni. Questo periodo ha reso più confortevole la vita domestica con i vetri alle finestre, i camini e le mutande. Inoltre, ha introdotto il concetto di Monti di Pietà, ha reso sicura la navigazione con bussola e timone, e ha migliorato la quotidianità con l'introduzione della forchetta per mangiare.

(1) Paracelso (Philippus Aureolus Theophrastus Bombastus von Hohenheim), vissuto nel XVI secolo, è stato un medico, alchimista e filosofo svizzero-germanico. Noto per la sua ricerca pionieristica nel campo della medicina, Paracelso studiò la narcosi con l'etere alla fine del Medioevo. Sebbene non abbia osato sperimentare gli effetti dell'anestesia sull'uomo, i suoi contributi hanno gettato le basi per futuri sviluppi nel campo dell'anestesiologia.
(2) Leonardo Fibonacci, nato intorno al 1170, è stato un matematico italiano noto per aver introdotto il sistema di numerazione arabo-indiano in Europa. Durante un viaggio in Algeria, apprese questo sistema e lo tradusse in un trattato intitolato "Liber Abaci". La sua opera contribuì significativamente alla diffusione delle cifre arabe in Europa, rivoluzionando i metodi di calcolo e sostituendo il sistema romano più complesso.

Altri articoli
Anno 1861 a Firenze, terza parte
Anno 1861 a Firenze, terza parte

Alcuni fatti accaduti nel 1861 nei mesi settembre, ottobre, novembre e dicembre.

Schegge di parole/2
Schegge di parole/2

Geoparemiologia, oratorio riscoperto, strane storie, un errore giudiziario, muro a secco. Un mucchio di cose.

Le prime rivolte popolari, I Ciompi.
Le prime rivolte popolari, I Ciompi.

Rivolta del 20 luglio 1378: Firenze sconvolta dalla lotta di operai (ciompi) per i loro diritti, ma la ribellione viene duramente repressa.

Piazza della Fonte, dov'era?
Piazza della Fonte, dov'era?

La piazza della Fonte sorgeva nel ghetto ebraico di Firenze, oggi ubicato tra piazza della Repubblica, via Roma, via dei Pecori e via Brunelleschi.