Leggere prima di prenotare:
- Si ricorda che una volta effettuato l'acquisto del biglietto d'ingresso non sarà possibile modificare data, orario e tipologia della visita. Non sono previsti annulli e rimborsi in caso di rinuncia.
Numero minimo di partecipanti: 5
Durata Visita: 90 minuti circa.
Il luogo dell'incontro: comunicato con una o più email

Il maestoso Palazzo del Bargello, un'imponente struttura medievale edificata a partire dal 1255, fu originariamente eretto come residenza del Capitano del Popolo, una delle eminenti cariche fiorentine del tempo. Con il passare dei secoli, subì una trasformazione e divenne la dimora del Capitano di Polizia, per poi trasformarsi nel principale carcere cittadino nel XVI secolo. Questo nuovo scopo portò il palazzo ad attraversare periodi di oscurità e declino, fino a quando, nel XIX secolo, fu finalmente soggetto a un accurato restauro e riqualificazione, che ne restituirono l'antica magnificenza.

Questo processo di rinnovamento fu in gran parte catalizzato da un'affascinante scoperta: il ritratto di Dante Alighieri, attribuito persino a Giotto, rinvenuto nella Cappella della Maddalena al primo piano dell'edificio. Nel 1865, segnando un nuovo capitolo nella storia del palazzo, il Bargello venne riconosciuto come Museo Nazionale d'Italia nel 1861, in onore del neo-costituito Regno Italiano nel 1861. Al giorno d'oggi, il palazzo rappresenta uno dei musei preminenti della città, custodendo all'interno delle sue imponenti mura straordinarie opere di rinomati artisti di ogni epoca. Tra queste, citiamo il David e il San Giorgio scolpiti da Donatello, il Bacco e il Bruto realizzati da Michelangelo. Questi rappresentano soltanto quattro dei numerosi tesori artistici che sarà possibile ammirare durante una visita a questo affascinante museo.

Richiedi Informazioni per questa visita
Codice Captcha

Non vedi l'immagine? clicca qui


Potrebbe interessarti anche...

Chiesa di Orsanmichele
La seduzione dell'Art Nouveau di Mucha
Sinagoga di Firenze