Le Ore del giorno

La serie di dipinti intitolata "Le Ore del giorno," realizzata tra il 1753 e il 1755, è stata determinante nella rinascita della produzione granducale settecentesca. Grazie alla maestria di Giuseppe Zocchi, raffinato e attento interprete della moda dell'epoca, possiamo scoprire la quotidianità della nobiltà settecentesca. Il Settecento rappresenta un periodo di grande cambiamento, segnato dalla crisi dell'Ancien Régime e dalla nascita della borghesia, che promuove uno stile di vita più cordiale e libertino. Ma non possiamo parlare di questa rinascita senza menzionare l'influenza dell'orafo e intagliatore di gemme francese, Luigi Siries. Direttore della Galleria dei Lavori dal 1748, Siries portò una ventata di novità nel repertorio decorativo della Manifattura granducale, allontanandosi dal gusto tardo-barocco che fino ad allora ne caratterizzava la produzione. Abbandonati i soggetti legati alla natura, Siries preferì modelli raffiguranti vedute, paesaggi e scene di genere, rendendo così la pittura contemporanea protagonista del mosaico fiorentino. Questo rinnovamento fu possibile grazie al sodalizio artistico tra Siries e l'emergente pittore vedutista fiorentino Giuseppe Zocchi. L'artista fornì i modelli pittorici per la Manifattura, traducendoli in splendidi commessi di pietre dure. Questo progetto, che si protrasse per quasi vent'anni dal 1749 al 1762, aveva come destinatario il Granduca e Imperatore Francesco Stefano di Lorena. Dei sessantasei modelli ad olio di Zocchi, conservati oggi all'Opificio delle Pietre Dure e molti dei quali esposti al Museo, quasi tutti furono realizzati in commesso di pietre dure per arredare una sala della Kaiserhaus in Valnerstrasse, una delle dimore viennesi del Granduca.

- La Mattina, la Toeletta
Ambiente e Arredamento.
La stanza è elegantemente arredata in stile Luigi XV, con pareti decorate con specchi dorati e quadri paesaggistici. Al centro della parete di fondo, un grande orologio dorato troneggia sopra un camino decorato, segnalando l'importanza del tempo nella vita quotidiana della nobiltà. Le finestre grandi e riccamente decorate con tende bianche lasciano entrare abbondante luce naturale.
- I Personaggi
La Dama e le Cameriere. Al centro della scena, una dama è seduta a un tavolo da toeletta mentre due cameriere la assistono. Una di loro le sta pettinando i capelli, mentre l'altra porta un vassoio con utensili per la toeletta. La dama indossa un abito elegante con una mantellina protettiva.
Il Gentiluomo e il Fiore. Un gentiluomo in marsina rossa e sottomarsina celeste si avvicina alla dama, porgendole un fiore, simbolo di galanteria e raffinatezza.
Gli Ospiti. Alla destra della dama, due nobili sono intenti in una conversazione. Uno di loro, seduto, sembra leggere un giornale o un documento, mentre l'altro gli parla.
Il Servo. Un servo entra nella stanza portando un vassoio con tazze, probabilmente per servire tè, caffè o cioccolata, bevande molto in voga tra l'aristocrazia del tempo.
- Dettagli Interessanti
Abbigliamento. Gli abiti dei personaggi sono ricchi di dettagli, con tessuti pregiati e colori vivaci. Le dame indossano abiti con ampia gonna e bustino stretto, arricchiti da pizzi e nastri. Gli uomini portano marsine e sottomarsine in colori contrastanti, con cravatte di pizzo.
Accessori. Sul tavolo vicino alla finestra sono visibili oggetti come un cappello a tricorno e un bastone da passeggio, accessori indispensabili per un gentiluomo del Settecento.
Gestualità. Le mani dei personaggi, in particolare la dama e il gentiluomo che le porge il fiore, mostrano una gestualità raffinata e cerimoniosa, tipica delle interazioni aristocratiche.

La Mattina, la Toeletta


- Il Mezzogiorno
Rappresenta una scena di pranzo aristocratico nel Settecento, ambientata in una corte esterna elegante e monumentale.
- Ambiente e Arredamento
La scena si svolge in una corte esterna con un'architettura imponente, caratterizzata da archi e colonne classiche. Al centro, un lungo tavolo è pronto per accogliere i commensali. Sullo sfondo, un grande orologio sopra una statua classica segna l'ora, incorniciato da elementi architettonici che aggiungono grandiosità alla scena.
- I Personaggi
La Dama e le Amiche. Al centro della scena, la protagonista è raffigurata in piedi vicino al tavolo, pronta per il pranzo. È accompagnata da due amiche, tutte vestite con abiti alla moda in taffetas dai colori pastello. Gli abiti sono caratterizzati da un bustino stretto e scollato, con la pièce d'estomac, un davantino triangolare molto decorato. Le ampie gonne a cupola lasciano intravedere il sottanino indossato sotto l'abito. Le maniche, allargate a pagoda, sono strette al gomito con fiocchi colorati e arricchite da volants di pizzo detti "engageantes".
I Servitori. Alla destra della scena, alcuni servitori sono impegnati a portare vassoi con cibo e bevande. Un servitore è raffigurato mentre versa una bevanda da un grande contenitore dorato, dimostrando la cura e l'attenzione al servizio.
Nobildonna e Gentiluomo. Una nobildonna e un gentiluomo sono raffigurati in piedi accanto al tavolo, conversando. La nobildonna indossa un abito sontuoso e il gentiluomo è elegantemente vestito, mostrando la moda e l'etichetta del tempo.
- Dettagli Interessanti
Moda e Acconciature. Gli abiti delle donne sono ricchi di nastrini, fronzoli, pizzi e fiori finti, che arricchiscono non solo la struttura dell'abito ma anche le pettinature. Le tre aristocratiche sono pettinate nello stile di moda chiamato "tête de mouton," con piccoli ricci impreziositi da creste e lunghe strisce di pizzo che ricadono sulle spalle. Le parrucche bianche, indossate dagli uomini, diventarono popolari tra le donne solo dopo il 1770.
Architettura e Decorazioni. L'architettura della corte, con i suoi archi e colonne, aggiunge una sensazione di spaziosità e grandiosità alla scena. Le statue e gli elementi decorativi, come l'orologio e la statua centrale, enfatizzano l'eleganza dell'ambiente.

Il Mezzogiorno


Il Dopo Pranzo
Ambientata in un maestoso giardino monumentale.
- Ambiente e Arredamento
La scena si svolge in un elegante giardino con architettura classica, caratterizzato da ampi archi e colonne. Al centro, una fontana con una statua domina il paesaggio, mentre sullo sfondo si vede un grande orologio sopra il cancello d'ingresso, che segna le 15:50. Le sculture classiche e gli obelischi contribuiscono a creare un'atmosfera di magnificenza e ordine.
- I Personaggi
La Dama e il Cicisbeo. In primo piano, una dama vestita con un abito giallo brillante passeggia con il suo elegante cicisbeo, che indossa una marsina rossa e tiene un bastone da passeggio. La dama si protegge dal sole con un ventaglio pieghevole, simbolo di raffinatezza e galanteria.
Gli Ospiti. Sul lato sinistro, due uomini conversano: uno di loro è vestito in verde scuro, mentre l'altro indossa abiti formali e siede su un gradino leggendo un libro, con un bastone appoggiato accanto a lui.
Uomo che riposa. Alla destra, vicino alle siepi ben curate un uomo sembra riposare,aggiungendo un tocco di realismo alla scena.
Ragazzo. il giovane seduto sugli scalini gioca con il cane.
Figure di Passaggio. Sullo sfondo, altre figure nobiliari passeggiano o conversano, contribuendo a creare un senso di vita e movimento all'interno del giardino.
- Dettagli Interessanti
Abbigliamento. Gli abiti dei personaggi sono tipici della moda del Settecento, con tessuti pregiati e colori vivaci. Le dame indossano ampie gonne e bustini stretti, arricchiti da nastri e pizzi. Gli uomini portano marsine e sottomarsine in colori contrastanti, con cravatte di pizzo.
Architettura. La struttura del giardino è imponente, con ampi archi e colonne che incorniciano la scena, creando una sensazione di profondità e prospettiva. Le sculture e gli obelischi aggiungono un tocco di eleganza classica.
Orologio. L'orologio sopra il cancello d'ingresso non è solo un elemento decorativo ma segna anche un momento preciso della giornata, enfatizzando l'importanza del tempo nella vita aristocratica.

Il Dopo Pranzo


Il Dopo Cena
Ambientata in un elegante giardino monumentale illuminato dalla luce della luna.
- Ambiente e Arredamento
La scena si svolge sotto un porticato elegantemente decorato, con un soffitto ad archi e tende a strisce bianche e blu. La luce della luna illumina il giardino sullo sfondo, creando un'atmosfera serena e romantica. Le statue classiche e le fontane aggiungono un tocco di grandiosità al paesaggio.
- I Personaggi
La Partita a Carte. Al centro della scena, un gruppo di nobili è seduto intorno a un tavolo verde, intenti a giocare a carte. L'interno del porticato è illuminato da candele, creando un contrasto tra la luce calda dell'interno e la luce fredda della luna all'esterno. Un uomo in marsina rossa si avvicina al tavolo, forse per unirsi al gioco o per osservare.
Gli Ospiti in Passeggiata. Sul lato destro, una coppia di nobili, un uomo e una donna, sta salendo le scale per raggiungere il porticato. Indossano abiti eleganti, tipici della moda del Settecento. La donna porta un cappello alla moda e un mantello leggero, mentre l'uomo indossa una marsina marrone.
Passeggiatori nel Giardino. Sullo sfondo, un'altra coppia di nobili passeggia nel giardino, godendosi la serata. La loro presenza aggiunge profondità alla scena e sottolinea l'importanza del giardino come luogo di socializzazione e relax.
- Dettagli Interessanti
Abbigliamento. Gli abiti dei personaggi sono ricchi di dettagli, con tessuti pregiati e colori vivaci. Le dame indossano abiti con ampia gonna e bustino stretto, arricchiti da nastri e pizzi. Gli uomini portano marsine e sottomarsine in colori contrastanti, con cravatte di pizzo.
Illuminazione. La combinazione della luce delle candele all'interno del porticato e della luce lunare all'esterno crea un effetto visivo affascinante, enfatizzando la maestria dell'artista nel rendere l'atmosfera serale.
Architettura e Decorazioni. Le strutture architettoniche del porticato e del giardino, con le loro colonne, archi e statue, esaltano la magnificenza del luogo e riflettono il gusto per l'eleganza classica tipico del Settecento.

Il Dopo Cena
Altri articoli
Strade attorno al Ghetto fiorentino
Strade attorno al Ghetto fiorentino

È inutile ricordare gli avvenimenti vari e infiniti fu teatro questa piazza ch'era il centro della vita e del commercio di Firenze

La cucina della nonna
La cucina della nonna

Riflettiamo sulle tradizioni culinarie tramandate dalle rappresentazioni romantiche della cucina popolare nel passato e la dura realtà.

Le Porte Fiorentine
Le Porte Fiorentine

Come funzionava l'apertura e la chiusura delle porte intorno a Firenze prima dell'abbattimento delle mura.

Viaggiare a Firenze nel XVII secolo
Viaggiare a Firenze nel XVII secolo

Esistevano già in Firenze le vetture di piazza chiamate in Francia fiacres perché il fondatore di quel pubblico servizio abitava in Parigi nella rue Saint-Martin all'insegna di Saint-Fiacre.