L'incontro tra Francesco e Domenico

L'incontro tra San Francesco e San Domenico a Firenze rimane un tema dibattuto tra storici e devoti. Mentre gli scettici lo scartano come una mera invenzione devozionale, i credenti lo accettano senza esitazione. Guardando alle fonti storiche, tuttavia, si apre una narrazione più sfumata e profonda.
Le "Vitae fratrum" di Geraldo di Frachet, redatte tra il 1255 e il 1271, portano una testimonianza cruciale (1). Vi si descrive una visione notturna concessa a San Domenico, in cui la Vergine Maria gli presenta due uomini: uno è lo stesso Domenico, l'altro, un estraneo che Domenico riconoscerà il giorno seguente come Francesco, indicando un incontro fra i due.
Secondo le "Fonti Francescane" (FF 2706), basandosi sul racconto di Pietro di Giovanni Olivi che a sua volta cita Bernardo Barravi, Domenico avrebbe incontrato Francesco mentre era in viaggio verso Roma nel 1215 (2). Questa circostanza avrebbe avuto luogo durante il Concilio Lateranense IV, suggerendo una prima occasione di incontro tra i due santi.
Le "Prime costituzioni dell'Ordine dei frati predicatori" (cap. 34) non citano esplicitamente un incontro, ma parlano dell'accoglienza fraterna tra i frati Minori e i Domenicani, alludendo a un'amicizia originaria tra i fondatori (3).
Humbert Vicaire OP, nella sua "Storia di San Domenico", riflette sulla possibilità che i due uomini di Dio si siano effettivamente incontrati, citando fonti e studi che indicano incontri possibili nel 1215 presso il Cardinale Ugolino, al Capitolo della Porziuncola nel 1218, e nuovamente a Roma nel 1221 (4).
In conclusione, attraverso le fonti domenicane e francescane, emerge un quadro che supporta l'ipotesi di incontri storici tra Domenico e Francesco, probabilmente avvenuti in più occasioni, e testimoniando un legame spirituale significativo tra i due santi.

(1) Geraldo di Frachet, "Vitae fratrum", cap. I, n° 4.
(2) "Fonti Francescane", FF 2706, testimonianza di Pietro di Giovanni Olivi.
(3) "Prime costituzioni dell'Ordine dei frati predicatori", cap. 34.
(4) Humbert Vicaire OP, "Storia di San Domenico", capitolo XI.
 

San Francesco - San Domenico - Maestà con i santi Francesco e Domenico - Bottega di Cimabue
San Francesco - San Domenico - Maestà con i santi Francesco e Domenico - Bottega di Cimabue
Maestà con i santi Francesco e Domenico - Bottega di Cimabue - Galleria degli Uffizi
Maestà con i santi Francesco e Domenico - Bottega di Cimabue - Galleria degli Uffizi
Altri articoli
Chi era Federico Bobini? Parte seconda
Chi era Federico Bobini? Parte seconda

Da Gnicche che ammazza un povero contadino al tentativo di fuga che causerà la sua morte.

Festa di Sant'Anna e Gualtieri di Brenne
Festa di Sant'Anna e Gualtieri di Brenne

La festa di Sant'Anna è una delle ricorrenze riconosciute dal Comune di Firenze e ancora oggi celebrata. La festa, molto conosciuta dai fiorentini.

Rina Lucci la Regina nel 1905
Rina Lucci la Regina nel 1905

Dopo un'elezione molto difficile e contrastata da una graziosa erbivendola, la splendida Rina Lucci vinse con netto distacco e sfilà in abiti regali

Dante, Leonardo e Botticelli
Dante, Leonardo e Botticelli

Non voglio certo avere la presunzione di capire il privato dei grandi artisti o meno che mai di insegnare a capirle.