Porta San Lorentino

Porta San Lorentino costituisce una delle quattro porte inserite nella cinta muraria costruita nel XVI secolo su iniziativa dei Medici ad Arezzo. Assieme a San Clemente, Santo Spirito e Crucifera, fa parte di tale struttura difensiva. La porta di San Lorentino, anche nota come Porta Fiorentina, si apre verso nord-ovest, in direzione del Valdarno e di Firenze. Il suo nome deriva dalla vicina chiesa di San Lorentino, situata al di fuori delle mura, dove sono venerati i santi patroni del quartiere di Porta del Foro, uno dei quattro quartieri storici partecipanti alla Giostra del Saracino nella città.

In passato, la porta era identificata anche come Porta delle Forche, poiché tra il XVII e il XVIII secolo era il luogo di esecuzione per i condannati a morte. Nel 1932, la porta ha subito modifiche sostanziali con l'aggiunta di due porte laterali, alterando così la sua struttura originaria. Al centro della porta, dal 1999, è collocata una replica della Chimera d’Arezzo, famosa statua etrusca scoperta nel 1553 durante la costruzione del baluardo di San Lorentino, a destra di chi entra dalla porta.

Nel 1644, la porta è stata oggetto di una ristrutturazione significativa, assumendo pressappoco l'aspetto attuale. Un evento di rilievo avvenne l'18 ottobre 1800, quando le truppe napoleoniche, provenienti da San Lorentino, riuscirono ad entrare ad Arezzo, devastandola. Questo fu il crudele atto di ritorsione per i moti del "Viva Maria" che l'anno precedente avevano scacciato gli occupanti francesi.

Porta San Lorentino dopo il 1932

Negli anni '30 del Novecento, furono aperti due archi secondari per migliorare la circolazione veicolare, e il tratto di mura vicino fu merlato alla "ghibellina".







Il 15 maggio 1999 è una data memorabile per Arezzo, poiché sotto la porta è stata posta una splendida copia della Chimera, Oggi al Museo Archeologico Nazionale di Firenze, a commemorazione della rilevante scoperta archeologica che ha reso celebre questa parte della città in tutto il mondo. All'interno del magnifico torrione trova invece sede il Quartiere di Porta del Foro.

Altri articoli
Il Ciclo della Vera Croce
Il Ciclo della Vera Croce

L'opera di Piero della Francesca è un capitolo fondamentale nell'arte italiana, con temi cristiani e scoperte astronomiche.

Uomini illustri di Arezzo
Uomini illustri di Arezzo

Arezzo: La Culla dei Geni Attraverso i Secoli. Il Legame tra Arezzo e il Genio Umano.

Pieve di Gropina, il pulpito
Pieve di Gropina, il pulpito

Ogni bassorilievo del pulpito ci svela i misteri della fede cristiana attraverso la cura ossessiva per ogni particolare.

Arezzo, cenni storici
Arezzo, cenni storici

Arezzo, antica città etrusca, fu una delle più importanti dell'Etruria. Ebbe legami e scontri con Roma nel corso della sua storia millenaria.