Pontormo

Jacopo Carucci, meglio noto come Jacopo da Pontormo o semplicemente Pontormo (Pontorme, 24 maggio 1494 – Firenze, 1º gennaio 1557), è stato un pittore italiano di scuola fiorentina. È considerato uno dei pionieri del manierismo in pittura. Secondo Giorgio Vasari (1), autore delle “Vite de’ più eccellenti pittori, scultori e architettori”, Pontormo era un uomo di talento ma irrequieto, solitario, dalla mente febbrile e tortuosa. Orfano di entrambi i genitori in età molto giovane e, ancora bambino, fu accudito dalla nonna materna. Grazie al suo talento poté andare a studiare pittura presso le più importanti botteghe dei maestri fiorentini tra cui quelle di Leonardo da Vinci (2), Piero di Cosimo (3), Mariotto Albertinelli (4) ed Andrea del Sarto (5).
Le sue opere presentano sempre bellezze originali e raffinate per eleganza e potenza di disegno, per delicatezza di tocco e di tonalità e per sensibilità e passione intima. Fu uno dei pittori più importanti ed influenti del Manierismo del XVI secolo ma anche un anticipatore dei suoi tempi e precursore dell’arte barocca.
Fu tormentato tutta la vita da un senso di solitudine e abbandono, probabilmente dovuto alla sua infanzia, che lo portò a importanti sperimentazioni nell’ambito della pittura, distaccandosi nettamente dal classicismo. La sua eccentricità e le stranezze del suo carattere non solo furono descritte dai biografi come Vasari, ma emergono anche dal suo diario (6), che il pittore tenne negli ultimi due anni di vita.

(1) Giorgio Vasari (Arezzo, 1511 - Firenze, 1574) è stato un importante scrittore d’arte, architetto e pittore manierista di non minore importanza. Vasari contribuì anche a diffondere la maniera toscana in Veneto.
(2) Leonardo da Vinci (Anchiano, 15 aprile 1452 – Amboise, 2 maggio 1519) è stato uno scienziato, inventore e artista italiano. È noto per la sua vasta conoscenza dell’arte fiorentina e per essere uno dei più grandi geni italiani.
(3) Piero di Cosimo, nato Pietro di Lorenzo (Firenze, 1461 circa – Firenze, 12 aprile 1522), è stato un pittore italiano. 
(4) Mariotto Albertinelli (Firenze, 13 ottobre 1474 – Firenze, 5 novembre 1515) è stato un pittore italiano del Rinascimento attivo a Firenze.
(5) Andrea del Sarto (Firenze, 1486 - Firenze, 1530) è stato uno degli esponenti più eccelsi fra i protagonisti del pieno Rinascimento fiorentino.
(6) Il “Diario” di Jacopo Pontormo, noto anche come “Il libro mio”, è conservato presso la Biblioteca Nazionale di Firenze. Questo diario, scritto durante gli ultimi tre anni della sua vita, offre uno straordinario sguardo sulla vita quotidiana nel XVI secolo e una preziosa testimonianza su un carattere introverso e tormentato di artista.

 

Dettaglio del ritratto del Pontormo nella Trinità di Alessandro Allori (Cappella di San Luca, Basilica della Santissima Annunziata, Firenze).

 


Altri articoli
Fabio Borbottoni pittore toscano
Fabio Borbottoni pittore toscano

Fabio esercitava abitualmente la professione di funzionario delle ferrovie, ma si era sempre dedicato con passione alla pittura.

Francesco Maria Veracini
Francesco Maria Veracini

Dall'alba a Firenze alla quiete di Pisa, il suo arco incantò il mondo. Superò rivali e cadute, ma alla fine, solitario, salutò la vita nel 1768.

Ser Brunellesco, l'architetto
Ser Brunellesco, l'architetto

Brunelleschi è considerato il primo ingegnere e progettista dell'era moderna,

Pico della Mirandola
Pico della Mirandola

Di Pico della Mirandola rimasta letteralmente proverbiale la prodigiosa memoria.