Via Francigena in Toscana

Via Franigena in Toscana

Un viaggio indimenticabile che non finirà mai.

La storia millenaria della Via Francigena in Toscana si radica nel VI secolo, quando i Longobardi attraversavano il Monte Bardone, oggi noto come Passo della Cisa, per raggiungere i loro ducati nel Sud Italia. Nel corso del tempo, questa antica strada è divenuta una significativa rotta di pellegrinaggio utilizzata dai Franchi e dai Carolingi, collegando i luoghi sacri del mondo cristiano e agevolando gli scambi commerciali in Europa.
Nella pittoresca regione Toscana, la Via Francigena abbracciava tappe fondamentali come Pontremoli e Aulla, attraversando borghi fortificati e castelli dei feudi Malaspina. In seguito, scendeva verso l'antico porto di Luni, seguendo la via romana Emilia Scauri, per poi giungere alle affascinanti località di Massa e Pietrasanta, celebri per le loro chiese ornate di marmo pregiato. Proseguendo lungo le pendici delle Apuane, il percorso condusse al fiume Serchio e alla splendida città di Lucca, cruciale per la devozione e rifugio sicuro per i viaggiatori.
Da Lucca, la Via Francigena si snodava verso Altopascio, dove i frati Ospitalieri accoglievano i pellegrini, e attraversava l'Arno a Fucecchio, prima di raggiungere San Miniato, nota come la roccaforte dei Sassoni in Toscana.
Attraversando la valle del fiume Elsa, il pellegrino giungeva a Gambassi, con la vista delle caratteristiche torri di San Gimignano già in lontananza. Il percorso continuava attraverso territori contesi tra Firenze e Siena, offrendo la suggestiva visione delle imponenti mura di Monteriggioni, prima di raggiungere la rinomata città di Siena.
Questa affascinante Via Francigena toscana, arricchita da secoli di storia e cultura, rappresenta un'esperienza unica per i pellegrini moderni e gli appassionati di viaggi storici, offrendo un affascinante percorso attraverso i tesori dell'antica Toscana. Dopo aver attraversato il "Deserto d'Accona" (1), il cammino passava per il borgo perfettamente conservato di Buoconvento e si addentrava nella Val d'Orcia, attraversando i pittoreschi borghi arroccati di San Quirico e Castiglione, prima di raggiungere l'ultima tappa toscana a Radicofani.

 

(1) Il Deserto di Accona è un’area geografica situata nella provincia di Siena, nel comune di Asciano. Nonostante il nome, non si tratta di un vero e proprio deserto, ma piuttosto di una zona collinare caratterizzata da un terreno argilloso e da un clima mediterraneo con un’estate calda e secca.
 

Percorso della Via Francigena in Toscana

Altri articoli
Abbazia di San Galgano
Abbazia di San Galgano

L'Abbazia come testimone di un'epoca passata. Un'emozione visitarla.

Luca Cava
Luca Cava

La leggenda di Luca Cava, il bagno pubblico e la statua di San Gusmè è un racconto affascinante, rievocando storie e tradizioni.

San Quirico d'Orcia
San Quirico d'Orcia

Gambassi Terme, borgo antico, celebre per le acque termali di Pillo, offre cultura, arte, storia, e l'abilità artigianale dei "bicchierai".

Fontebranda
Fontebranda

I "Bottini" di Fontebranda alimentavano la città di Siena.