Via Francigena in Toscana

Via Franigena in Toscana

Un viaggio indimenticabile che non finirà mai.

La storia millenaria della Via Francigena in Toscana si radica nel VI secolo, quando i Longobardi attraversavano il Monte Bardone, oggi noto come Passo della Cisa, per raggiungere i loro ducati nel Sud Italia. Nel corso del tempo, questa antica strada è divenuta una significativa rotta di pellegrinaggio utilizzata dai Franchi e dai Carolingi, collegando i luoghi sacri del mondo cristiano e agevolando gli scambi commerciali in Europa.
Nella pittoresca regione Toscana, la Via Francigena abbracciava tappe fondamentali come Pontremoli e Aulla, attraversando borghi fortificati e castelli dei feudi Malaspina. In seguito, scendeva verso l'antico porto di Luni, seguendo la via romana Emilia Scauri, per poi giungere alle affascinanti località di Massa e Pietrasanta, celebri per le loro chiese ornate di marmo pregiato. Proseguendo lungo le pendici delle Apuane, il percorso condusse al fiume Serchio e alla splendida città di Lucca, cruciale per la devozione e rifugio sicuro per i viaggiatori.
Da Lucca, la Via Francigena si snodava verso Altopascio, dove i frati Ospitalieri accoglievano i pellegrini, e attraversava l'Arno a Fucecchio, prima di raggiungere San Miniato, nota come la roccaforte dei Sassoni in Toscana.
Attraversando la valle del fiume Elsa, il pellegrino giungeva a Gambassi, con la vista delle caratteristiche torri di San Gimignano già in lontananza. Il percorso continuava attraverso territori contesi tra Firenze e Siena, offrendo la suggestiva visione delle imponenti mura di Monteriggioni, prima di raggiungere la rinomata città di Siena.
Questa affascinante Via Francigena toscana, arricchita da secoli di storia e cultura, rappresenta un'esperienza unica per i pellegrini moderni e gli appassionati di viaggi storici, offrendo un affascinante percorso attraverso i tesori dell'antica Toscana. Dopo aver attraversato il "Deserto d'Accona" (1), il cammino passava per il borgo perfettamente conservato di Buoconvento e si addentrava nella Val d'Orcia, attraversando i pittoreschi borghi arroccati di San Quirico e Castiglione, prima di raggiungere l'ultima tappa toscana a Radicofani.

 

(1) Il Deserto di Accona è un’area geografica situata nella provincia di Siena, nel comune di Asciano. Nonostante il nome, non si tratta di un vero e proprio deserto, ma piuttosto di una zona collinare caratterizzata da un terreno argilloso e da un clima mediterraneo con un’estate calda e secca.
 

Percorso della Via Francigena in Toscana

Altri articoli
Sinagoga di Siena
Sinagoga di Siena

La Sinagoga di Siena, inaugurata nel 1786, è un esempio di architettura tra Rococò e Neoclassicismo.

La Cappella e la spada nella roccia
La Cappella e la spada nella roccia

Al centro della rotonda spunta il masso in cui, secondo la tradizione, San Galgano infisse la spada.

Monticchiello: passato, presente e futuro
Monticchiello: passato, presente e futuro

Un viaggio attraverso la storia e la comunità  toscana.

San Quirico d'Orcia
San Quirico d'Orcia

Gambassi Terme, borgo antico, celebre per le acque termali di Pillo, offre cultura, arte, storia, e l'abilità artigianale dei "bicchierai".