Gli scavi sotto il Battistero

Letture per i più giovani


Ciao ragazze e ragazzi! Oggi vi porteremo in un incredibile viaggio nel tempo, alla scoperta di un luogo misterioso e affascinante: il Battistero. Non c'è bisogno di scavare nel terreno o indossare cappelli da detective, perché noi faremo tutto il lavoro per voi.
Immaginate di essere in un'avventura degna di Indiana Jones, alla ricerca di tesori sepolti e segreti antichi. Ma questa volta, il nostro tesoro è un edificio antico, un luogo sacro e speciale dove le persone venivano battezzate molti, molti secoli fa.
In questo articolo, vi racconteremo storie di archeologi e ricercatori che hanno fatto scoperte incredibili sotto e intorno al Battistero. Ci saranno monete antiche, antiche vasche, e troviamo persino un imperatore romano!
Non importa se non avete mai sentito parlare di questo luogo di culto prima d'ora. Questa è un'opportunità per imparare e svelare i segreti nascosti sotto i pavimenti e le pareti di questo luogo affascinante. Quindi, preparatevi per un'avventura storica e misteriosa che vi lascerà a bocca aperta!

Parliamo degli scavi sotto e intorno al Battistero, un luogo molto antico. Gli scavi sono come delle grandi avventure archeologiche che sono state fatte da persone diverse tra il 1895 e il 1948. Queste persone hanno cercato di scoprire i segreti nascosti sotto la terra.
Immagina un famoso archeologo chiamato Galli (1) nel 1916. Durante le sue ricerche, ha trovato alcune tombe antiche. In una di queste tombe c'era uno scheletro e vicino alla sua mano sinistra, c'era una moneta molto vecchia che veniva dall'epoca di Costantino (2), un imperatore molto importante. Immagino che insieme alla moneta, ci fossero oggetti come un piccolo vetro e delle spille in bronzo.
Sotto il pavimento, ci sono antichi mosaici romani, ma tra di loro e il pavimento attuale c'è una differenza di circa 1,4 metri! Gli archeologi hanno anche trovato molte monete, alcune molto antiche, e oggetti speciali come una grande macina, puntali di antiche anfore e un grosso vaso.
Per capire meglio tutto questo, dobbiamo pensare alle quote, cioè a quanto sono alti i pavimenti. Quello del Battistero è a 47,64 metri sopra il livello del mare. Il pavimento musivo della basilica paleocristiana è un po' più basso, tra i 46,75 e i 46,8 metri. Sotto il Battistero, a 46,7-46,8 metri, c'è un pavimento in marmo che apparteneva alle antiche terme, costruito tra il II e il IV secolo. C'è anche un antico basolato romano sotto la strada tra i due edifici.
Si pensa che il Battistero, questa costruzione ottagonale, fosse su un alto podio con una scalinata, ma non abbiamo ancora trovato tracce di questa scalinata.
La sua fondazione è come una grande torta a due piani. Il piano di sotto è fatto di grossi blocchi di pietra, mentre quello di sopra è fatto con mattoni. C'è anche un pozzo tra i due piani, dove l'acqua piovana e l'acqua dalle vasche battesimali andavano a finire.
Nel Battistero, c'è una grande vasca per il battesimo e un dado centrale con una vasca più piccola dentro. Entrambe hanno delle tubature per l'acqua.
A ovest della fondazione ottagonale, c'è un'altra vasca e ancora più a ovest c'è una grande base che potrebbe essere stata l'altare nel XVIII secolo.
Spero che queste parole ti abbiano aiutato a capire meglio cosa è successo sotto questo bellissimo luogo religioso molto tempo fa. Gli archeologi sono come investigatori che cercano di scoprire i segreti della storia nascosti sotto la terra!

(1) Edoardo Galli, nato a Maierà nel 1880, è stato uno degli archeologi italiani più importanti del secolo scorso. Ha scritto numerosi saggi e testi archeologici, tra cui “Dove sorse il bel San Giovanni” pubblicato nel 1916.

(2) Flavio Valerio Aurelio Costantino, noto anche come Costantino il Grande o Costantino I, è stato un imperatore romano dal 306 fino alla sua morte nel 337. È nato a Naissus, l’attuale Niš in Serbia, il 27 febbraio 274.

In una di queste tombe c'era uno scheletro e vicino alla sua mano sinistra, c'era una moneta molto vecchia che veniva dall'epoca di Costantino.
Si intravedono anche bellissimi mosaici.
Altri articoli
Champollion, capì l'Incomprensibile
Champollion, capì l'Incomprensibile

Appassionato di lingue e culture orientali, contribuì significativamente alla conoscenza della storia egizia. Decifrò i geroglifici egizi.

Gli scavi sotto il Battistero
Gli scavi sotto il Battistero

Ragazzi, venite con noi e lasciatevi trasportare indietro nel tempo, al tempo dei Romani, dei loro imperatori e delle loro incredibili tradizioni.

L'etrusca tomba “dei Giocolieri”
L'etrusca tomba “dei Giocolieri”

La tomba è famosa per i suoi dettagli e rappresenta la cultura degli Etruschi, antico popolo italiano pre-romano.

La Lupa di Roma non è antica
La Lupa di Roma non è antica

Un mistero avvolge la sua datazione, ma la scienza suggerisce il XII-XIII secolo. Nonostante questo la Lupa è sempre il simbolo di Roma.